CAMOMILLA ROMANA
Anthemis Nobilis L.
Un po’ di botanica - Pianticella erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae ( già classificate come compositae); parente molto stretta della camomilla comune con la quale condivide numerose proprietà salutistiche. Alta dai venti ai cinquanta centimetri quando è in piena fioritura; i suoi rami (fusti) presentano inizialmente andamento strisciante per poi ergersi verso l’alto ad inizio della fioritura. Il suo andamento strisciante favorisce la comparsa nei fusticini di numerose radici avventizie e questa particolarità viene sfruttata per la riproduzione di nuove colture; infatti, dalla divisione di un unico cespo, è possibile ottenere un considerevole numero di piccole piantine. Le foglie, numerosissime, sono alterne e settate cioè le incisioni che caratterizzano la foglia raggiungono il nervo centrale con divisione completa in foglioline secondarie. I capolini si presentano doppi, interamente bianchi, grandi ed a piena maturazione si indovina una zona centrale gialla di fiori tubolari nel tipo coltivato. E’ presente una varietà spontanea della specie caratterizzata da capolini semplici con fiori ligulati bianchi in periferia e tubolari gialli al centro; questa varietà è fertile, a differenza del tipo coltivato che è normalmente sterile. La fioritura è scalare con inizio nel mese di giugno e prosecuzione per tutta l’estate a meno che il prodotto non venga destinato alla distillazione; in tal caso il raccolto viene effettuato a fine luglio.

Origine - Il fenotipo coltivato presso la Tenuta di San Sebastiano in Aggius proviene da colture selezionate del Piemonte - Parti utilizzate - Capolini e parte aerea della pianta.

Raccolta e tecniche di estrazione
La raccolta dei capolini viene fatta in modo scalare; una parte di questi viene essiccata secondo le esigenze del mercato erboristico; altra parte viene destinata al laboratorio di estrazione ed a fine luglio tutta la coltura viene falciata e subito la massa ottenuta viene sottoposta a distillazione in corrente di vapore; si ottengono due ottimi prodotti: un olio essenziale ed un idrolato chiamato anche acqua aromatica.

Principi attivi
L’essenza si presenta come liquido quasi incolore o di un leggero colore azzurro chiaro dovuto alla presenza di camazulene, odore caratteristico gradevole che ricorda quello della pianta. Tra gli altri principi attivi presenti nell’essenza si ricordano: gli esteri butilico ed isoamilico degli acidi angelico e valerianico, isobutirrato di 3-metilpentile, metacrilato di butile e di amile, a-pinene, 1,8-cineolo, bisabololo, acido antemico, cumarine, flavonoidi, camazulene etc.

Ingredienti:

PRODUZIONE

Olio essenziale di anthemis nobilis L.
Scheda curata dal Dott. Giuseppe Cioni

FOTO

 

L'olio essenziale di anthemis nobilis L. presenta L'olio essenziale di camomilla romana presenta svariate proprietà salutistiche prevedendone, di conseguenza, un suo utilizzo in numerose formulazioni cosmetiche ed anche officinali; possiede infatti numerose proprietà quali, ad esempio, antinfiammatorie, vulnerarie, antiossidanti, sedative del S.N.C. , spasmolitiche, digestive, antibatteriche queste ultime rafforzate da un utilizzo combinato con l’olio essenziale di camomilla recutita; blando antimicotico,
Riportiamo alcune applicazioni tra le numerosissime e di ampia conoscenza popolare.

Flacone da:
10 ml. - 25 ml. - 50 ml. - 100

Lotto n. 1507601
Uso esterno

 

PRODUZIONE

Idrolato di anthemis nobilis L. 
Scheda curata dal Dott. Giuseppe Cioni
FOTO

 

 

  

L'IDROLATO è l'acqua ottenuta dalla condensazione del vapore che, durante il processo della distillazione nell’attraversare la massa vegetale, si impregna di tutti i principi idrosolubili della pianta ed anche di una modesta quantità di olio essenziale. Un vero aiuto per la pelle, dimostrando infatti ottime proprietà antinfiammatorie, lenitive, vulnerarie ed anche antibatteriche. L’idrolato è purissimo, analcolico e non contiene sostanze conservanti e coloranti.
Flacone da:
100 ml. - 200 ml. - 250 ml.

Lotto n. 1507601
Uso esterno

 

LISTINO PREZZI:
Olio Essenziale
in flaconi di vetro
10 ml
25 ml
50 ml
100 ml
€. 20,00
€. 50,00
€. 100,00
€. 200,00
LISTINO PREZZI:
Idrolato in flaconi PE-HD con vaporizzatore spay
100 ml
200 ml
250 ml
€. 10,00
€. 20,00
€. 25,00
   

ISTRUZIONI PER L’ USO

• Come sedativo del S.N.C. – Nei casi di tensione nervosa dovuti a stress emotivi o da iperattività lavorativa affiancati da difficoltà nel prendere sonno o addirittura da insonnia, può giovare l’utilizzo dell’olio essenziale di camomilla romana da solo o in sinergia con l’olio essenziale di lavanda vera. Aggiungere al diffusore per oli un paio di gocce di olio essenziale di camomilla romana; se si ritiene opportuno si possono integrare con altrettante gocce di olio essenziale di lavanda vera.

Come antispastico – Preparare un infuso aggiungendo da tre a cinque capolini di camomilla romana; l’infuso si dimostra alquanto utile nei casi di disordini alimentari (indigestioni), nelle gastriti ma non ulcerose (in tal caso ne è controindicato l’uso), nelle dismenorree etc. In aggiunta al tradizionale infuso si consiglia la preparazione di un olio utilizzando una piccola quantità di olio vettore tiepido (venti millilitri di olio di mandorle dolci, oliva, altro), nel quale disperdere due o tre gocce di olio essenziale di camomilla romana: massaggiare le zone dolenti in corrispondenza dello stomaco, intestino od altra parte dolente.

Le informazioni ed i consigli presenti in questo sito non devono sostituirsi, in alcun modo, al parere ed alle prescrizioni farmacologiche del medico curante.

ISTRUZIONI PER L’ USO

Applicare sulla pelle servendosi di una garzetta o di un panno o direttamente della bomboletta spray spruzzando sulla parte o parti interessate. Le indicazioni sono le stesse riportate per l’olio essenziale. In aggiunta si citano le applicazioni:
Come lenitiva ed antinfiammatoria: utilissima anche per i bambini per calmare arrossamenti e irritazioni cutanee e per il trattamento delle pelli sensibili: bagnare o spruzzare abbondantemente le parti interessate.
Come lenitivo in caso di infiammazioni oculari – Applicare una salvietta sterile, imbevuta con l’idrolato di camomilla romana, nell’occhio infiammato e detergere delicatamente.
Per uso cosmetico – da utilizzare per la pulizia del viso in caso di pelli grasse ed impure.

• Le Controindicazioni: Non utilizzare i preparati a base di camomilla romana nei casi di ipersensibilità conclamata per il prodotto o per uno più componenti presenti nel preparato. Da non utilizzare in gravidanza. Particolare cautela per le persone affette da asma o da forme di rinite allergica o vasomotoria. Le persone in terapia anticoagulante non devono assumere preparati a base di camomilla romana data la presenza di cumarina nella stessa che potenzierebbe l’azione del farmaco. Tossicità – Riconosciuto come non tossico. A dosi eccessive può dar luogo in alcune persone a vertigini, nausea e vomito.

Tossicità – Riconosciuto come non tossico. A dosi eccessive, può dar luogo in alcune persone a vertigini, nausea e vomito.

Le informazioni ed i consigli presenti in questo sito non devono sostituirsi, in alcun modo, al parere ed alle prescrizioni farmacologiche del medico curante.

BIBLIOGRAFIA
• G.Fenaroli – Le Sostanze Aromatiche Naturali Vol. Primo - Editore Ulrico Hoepli Milano
• M. Valussi – Il grande manuale dell’aromaterapia- Fondamenti di scienza degli oli essenziali – Tecniche Nuove DEA Store. Hoepli.it
• Manuale delle preparazioni galeniche- Franco Bettiol. Tecniche Nuove
• www.wikipedia.org

www.lcbioessenze.it Email: info@lcbioessenze.it gpleoni@tiscali.it PEC: lcbioessenze@pec.it

L&C BIOESSENZE S.r.l. • Zona insdustriale - Via TARRABAU, 1 • 07020 AGGIUS (OT) • Cell. 320.4315704 • P.Iva:02514960901